Il bambino che sognava l’infinito, di Jean Giono

Il bambino che sognava l'infinito
Un bambino e suo padre tutte le domeniche fanno una passeggiata in campagna. Ma le siepi di biancospino e gli alberi ostruiscono la vista del bambino che vorrebbe vedere le stesse cose che vedono gli uccelli che passeggiano nel cielo. Il bambino è bravo ad arrampicarsi e conquista la cima di un albero ma anche questo non gli basta. Vuole più spazio. I colori, i profumi, le geometrie dei campi coltivati, la lentezza del volo degli uccelli, i ritmi placidi della vita contadina nella prosa limpida e splendente di Giono.

Titolo: Il bambino che sognava l’infinito
Autore: Jean Giono
Illustrazioni: Spider
Traduzione: Leopoldo Carra
Anno prima edizione: 1995
Editore: Salani

LA “FRONTIERA” PERCHÉ:

Nella vita bisogna essere curiosi, mai accontentarsi di conoscere ciò che abbiamo vicino: cercare di scoprire cosa c’è oltre il nostro orizzonte, superando tutti i limiti… questo è superare la frontiera!

LA CITAZIONE:

“‘Adesso so come superare tutte le siepi e andarmene molto più in alto di tutti gli alberi’ disse tra sé il bambino. ‘Ormai so fare qualcosa di molto importante.’

TEMI TRATTATI:

  • cercare di superare i nostri limiti
  • curiosità verso ciò che non vediamo
  • natura
  • vita di campagna

PAROLE CHIAVE:

  • Limite del nostro orizzonte
  • Guardare oltre
  • Potere dell’immaginazione

L’AUTORE:

Jean Giono nasce a Monosque, in Provenza, nel 1985, il padre è di origine piemontese e fa il calzolaio, la madre, la stiratrice. Per venire incontro alle difficoltà finanziarie dei genitori, è costretto a lasciare il collegio e a diventare impiegato di banca, fino alla guerra del 1914, esperienza che lo segnerà molto. Solo nel 1930 lascerà il lavoro per dedicarsi alla carriera di scrittore. Giono lascerà Monosque soltanto per dei brevi soggiorni a Parigi e per dei brevi viaggi all’estero, tra cui quello che gli ha permesso di scrivere il suo Viaggio in Italia, nel 1953. Muore nel 1970 nella sua città natale.

APPROFONDIMENTI:

  • In questa storia ha un ruolo importante l’albero, mezzo attraverso cui il bambino cerca di arrivare a vedere oltre le siepi. Non è il primo libro in cui Jean Giono attribuisce grande importanza agli alberi, lo fa infatti con un suo precedente libro, L’uomo che piantava gli alberi, in cui si racconta di un vecchio signore che anno dopo anno continuava a piantare semi in un terreno vuoto e triste, e i suoi sforzi saranno ricompensati negli anni successivi, quando grazie a lui il paesaggio si modificherà radicalmente diventando florido e ricco di vita. De L’uomo che piantava gli alberi esiste anche un cortometraggio animato che ha vinto il premio Oscar nel 1988, lo potete vedere qui.
  • In questo sito potete trovare un interessante articolo sulla figura degli alberi nella letteratura per ragazzi.
  • Il bambino protagonista voleva vedere al di là delle siepi, voleva scorgere cosa ci fosse oltre e sognava l’infinito… c’è un componimento italiano che subito salta in mente parlando di siepi, orizzonti ed infinito: L’Infinito di Giacomo Leopardi, che similmente parla di una siepe che impedisce all’autore la visione dell’orizzonte, ma anche lui, come il bambino protagonista, usa l’immaginazione e con lo sguardo va oltre. Qui potete trovare la poesia con una semplice spiegazione di ciò che voleva comunicare Leopardi.
  • Il libro è illustrato da Spider, nome d’arte di Daniele Melani, di origine slava ma nato a Firenze. Ha esposto i suoi lavori in diverse mostre, e non si limita solo ad illustrare libri, alcuni li ha anche scritti! In questo sito trovate alcuni dei suoi lavori.

POTREBBE INTERESSARTI LEGGERE ANCHE:

ALCUNI LIBRI DELLO STESSO AUTORE:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...