Il pallone è maschio, la palla è femmina, di Loredana Frescura

Il pallone è maschio, la palla è femmina
Carlotta ha dieci anni e gioca a calcio in una squadra mista del suo paese. Durante le partite, guarda le nuvole per cercare il volto del suo papà che, dal cielo, le dà consigli sul modo migliore di battere un rigore e sul modo migliore di sorridere al mondo. La sua mamma ha i capelli rosso – ciliegia e la porta agli allenamenti con un vecchio motorino arancione. Però un’epidemia di varicella colpisce la squadra e allora tutto sembra perduto. Carlotta ha un’idea che meraviglierà molti, ma è l’idea migliore per dare al calcio e allo sport una nota di vera bellezza. Una storia delicata, per comprendere che quello che conta nello sport è la lealtà e il divertimento.

Titolo: Il pallone è maschio, la palla è femmina
Autrice: Loredana Frescura
Illustrazioni: Giovanni Lombardi
Anno prima edizione: 2014
Editore: Gruppo Editoriale Raffaello

LA “FRONTIERA” PERCHÉ:

Qualsiasi gruppo, in particolare nello sport, può creare frontiere: fra maschi e femmine anche se le squadre son miste, fra bravi e meno bravi, fra chi vuole divertirsi e chi punta solo a vincere a discapito di tutto il resto… Sono tutte frontiere e differenze superabili, perché quando si è insieme si deve pensare come una squadra.

LA CITAZIONE:

“Alberto esulta mentre David schiuma di rabbia. È sempre geloso di chi è bravo. È pazzesco. Siamo una squadra e io sono contentissima quando gli altri sono bravi perché così vinco anch’io e anch’io mi sforzo di diventare più brava.”

TEMI TRATTATI:

  • calcio
  • sana competizione
  • superare una perdita
  • prime cotte

PAROLE CHIAVE:

  • Pallone maschio, palla femmina
  • Fair play (gioco corretto) nello sport e nella vita di tutti i giorni
  • Gioco di squadra

L’AUTRICE:

Loredana Frescura è nata in una piccola frazione del comune di Marciano, Papiano, in provincia di Perugia nel 1962. Insegnate elementare, nutre una grande passione per il cinema e la musica.
A metà degli anni ’90 inizia la sua carriera di autrice, da allora ha scritto numerose storie a volte tenere a volte forti con protagonisti ragazzi adolescenti.
Nel 2006 si è aggiudicata il premio Andersen nella categoria Miglior libro oltre i 12 anni con Il mondo nei tuoi occhi. Due storie di un amore pubblicato da Fanucci Editore.

Sito ufficiale.

APPROFONDIMENTI:

  • A pag. 8 si fa riferimento alla superstizione secondo cui porti sfortuna avere una donna a bordo su una nave… È una superstizione la cui origine è lontana nel tempo, e ci sono diverse teorie al riguardo: secondo una le donne porterebbero sfortuna perché la loro presenza distrarrebbe i marinai e il mare, geloso, diventerebbe tempestoso. Secondo un’altra teoria ad esser gelosa sarebbe invece la nave stessa, o meglio, la polena, che vorrebbe essere l’unica donna per i marinai. Ultima teoria è quella che vedrebbe le donne come delle possibili streghe, quindi portarle a bordo sarebbe stato un rischio. Ovviamente si tratta solo di vecchie superstizioni senza alcun fondo di verità.
  • A pag. 56 si trova una versione personalizzata della filastrocca Lucciola Lucciola, di cui trovate altre due versioni qui. Ma Lucciola Lucciola è anche una ninna nanna per bambini, la potete ascoltare qui.
  • A pag. 86 si fa riferimento a un grande numero calcistico compiuto dal giocatore dell’Ascoli Giancarlo Pasinato: un gol “coast to coast”, come venne poi battezzato, ossia un gol segnato dopo essersi fatti quasi tutto il campo palla al piede. Era il 1978, e potete vedere il gol in questo video.
  • Il libro è illustrato da Giovanni Lombardi, illustratore, grafico e web designer di Torino. Nel suo sito ufficiale potete scoprire altri suoi lavori, qui.
  • Alla fine del libro trovate delle schede didattiche a cura di Paola Valenti, già editor del libro, sul sito della casa editrice sono poi disponibili altre attività digitali, trovate tutto qui.

POTREBBE INTERESSARTI LEGGERE ANCHE:

ALCUNI LIBRI DELLA STESSA AUTRICE:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...